Corso specialistico sui crimini informatici e l’utilizzo di internet da parte di gruppi estremisti 1 e 2 dicembre 2016 – Campus delle Nazioni Unite a Torino

Torino, settembre 2016 –  Il progredire esponenziale delle tecnologie informatiche è stato uno dei fattori chiave dello sviluppo globale. Tuttavia tale progresso ha generato nuove minacce associate alle capacità dei cyber criminali di colpire milioni di utenti, compromettere infrastrutture critiche o ampliare i mercati illeciti. La società moderna, fondata sull’interconnessione, presenta crescenti vulnerabilità: dal rischio di guerre informatiche, agli attacchi e allo spionaggio informatico, ai crimini  economici e alla violazione della privacy. A questi scenari si aggiunge l’utilizzo di social media e piattaforme di messaggistica crittografata da parte di gruppi terroristici al fine di radicalizzare e reclutare nuove leve.

Le strategie attuate dai governi per contrastare le minacce informatiche e salvaguardare la sicurezza hanno innescato un dibattito sul pericolo che le misure di sicurezza pongono alle libertà civili e in particolare alla libertà di espressione. In tal senso, i mezzi di comunicazione sono una componente chiave nella promozione della consapevolezza dei potenziali vantaggi e rischi dell’era digitale.

In questo contesto in continua evoluzione un giornalismo consapevole e accurato e un’informazione pubblica responsabile sono più che mai necessari per fornire chiavi di lettura sui dibattiti etici che interessano le nuove tendenze digitali e i problemi della sicurezza.

Il corso si indirizza a giornalisti e professionisti dell’informazione, esperti di relazioni esterne e gestione dle rischio associato alla comunicazione, ma anche a coloro che vogliono specializzarsi in questo settore. Esso mira ad accrescere la conoscenza, a promuovere un’informazione accurata sulle minacce informatiche e favorire il dibattito e lo scambio di esperienze tra esperti mondiali provenienti da settori diversi.

Il corpo docente dei corsi è rappresentato da autorevoli giornalisti, scienziati, esperti, funzionari di agenzie governative e di organizzazioni internazionali.

La nuova edizione del corso si terrà l’1 e 2 dicembre 2016 presso il Campus delle Nazioni Unite di Torino. Il percorso formativo approfondisce in particolare  terrorismo, spionaggio informatico, reati contro il patrimonio e le persone, le vulnerabilità delle infrastrutture critiche, i traffici illegali, il dark web, il coinvolgimento della criminalità organizzata, la protezione dei sistemi informatici e delle fonti, gli strumenti di contrasto e come comunicare i nuovi rischi della società digitiale.

Il corso s’inquadra nel Programma dell’UNICRI su giornalismo e informazione pubblica. Nato nel 2013 e con partecipanti e docenti provenienti da tutto il mondo, il programma si focalizza sulle nuove minacce ed in particolare sulle vulnerabilità connesse al progresso tecnologico.

Scadenza per le iscrizioni: 2 ottobre 2016 (23:00 CET)

 

Per maggiori informazioni si prega di contattare: publicinfo@unicri.it – Tel .: (+39) 011 6.537.144