Tunisia / people fleeing violence in Libya / Pictures show new arrivals in the transit camp of Choucha Ras Djir, situated eight kilometers from the Tunisian border with Libya. More than 55,000 new arrivals have been registered over the past ten days. Most are foreign nationals working in Libya and so the majority will travel on to their home country. Those unable to begin the trip immediately will spend a few days in the transit camp. UNHCR is building a new camp to accommodate 12,000-15,000 new arrivals, Ras Djir. Tunisia. /UNHCR / A. Duclos / 28 February 2011

Summer School sulle Migrazioni e i Diritti Umani – 10-14 luglio 2017

Al fenomeno migratorio si associano sempre più questioni prioritarie relative ai diritti umani. Questioni che la comunità internazionale deve attualmente affrontare. 

Capire le difficoltà dei migranti, i pericoli ai quali sono esposti e le esperienze dolorose da loro vissute è di fondamentale importanza per lo sviluppo e l’attuazione di standard nazionali e internazionali incentrati sul rispetto dei diritti umani.

Guerre e povertà, persecuzioni e fattori ambientali, sono tra le cause principali del fenomeno migratorio verso aree in cui i migranti pensano di poter trovare sicurezza, libertà di credo e opportunità economiche.

Secondo il Rapporto 2015 sulle Migrazioni Internazionali del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite, circa 244 milioni di persone vivono fuori dal loro paese di origine.

Tra il 14 e il 16 aprile di quest’anno più di 8000 persone sono state soccorse nel Mar Mediterraneo.

Nonostante i numerosi strumenti normativi internazionali per la protezione dei diritti dei migranti e dei rifugiati, le violazioni di tali diritti si verificano costantemente. In particolare durante il viaggio, i migranti sono maggiormente esposti allo sfruttamento da parte dei gruppi della criminalità organizzata e a condizioni inumane con conseguenze spesso tragiche.

L’UNICRI, in collaborazione con la John CabotUniversity, organizza la Seconda Edizione della Summer School internazionale sulle violazioni dei diritti dei migranti. Il corso intensivo approfondirà questa tematica secondo una prospettiva giuridica e sociale.

Questo percorso formativo si svolgerà presso la sede della John Cabot University a Roma e si articolerà in cinque giornate di lezioni teoriche, discussioni di gruppo, presentazione di casi studio ed esercizi pratici.

I docenti della Summer School sono accademici e ricercatori di alto livello della John Cabot University e di altre università, rappresentanti delle Nazioni Unite, e di varie entità che si occupano della tutela dei diritti umani:

  • Silvia Scarpa – Adjunct Assistant Professor of Political Science, John Cabot University
  • Violeta Moreno-Lax – Founding Director, Immigration Law Programme, Queen Mary University of London, and Co-Chair, The Refugee Law Observatory
  • Cristina Rapone – Rural Employment Specialist, Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO)
  • Elisenda Estruch – Labour Economist, Social Policies and Rural Institutions Division, Economic and Social Department, Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO)
  • Linda Cottone – Associate Expert, Migration – Human Trafficking and Smuggling of Migrants, United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute (UNICRI)
  • Alberto Cervone – Rear Admiral (ret) ItalianNavy
  • Pascal Reyntjens – Chief of Mission, International Organization for Migration (IOM), Country Office for Algeria
  • Pamela Harris – Adjunct Assistant Professor of Law and Associate Dean of Academic Affairs, John Cabot University
  • Stefania Congia – Head of Department for Policies of Social Inclusion and Employment of Migrants and Protection of Foreign Children, Directorate-General for Immigration and Integration Policies, Ministry of Labour and Social Policy, Italy
  • Federico Fossi – Senior Public Information Associate, Office of the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR)
  • Jessica Anderson – Associate Protection Officer, Office of the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR)
  • BaryaliWaiz – Cultural Mediator

 

In questo ambiente di studio esclusivo, i partecipanti avranno l’opportunità di interagire con esperti riconosciuti a livello internazionale e di costruire relazioni professionali con giovani professionisti del settore e studenti provenienti da tutto il mondo. Questa esperienza incoraggia il dialogo interculturale e promuove una profonda comprensione di alcune delle questioni più complesse e dibattute a livello mondiale.

Scadenza per la domanda d’iscrizione: 25 giugno 2017

Maggiori informazioni sulla Summer School e Programma

Informazioni sul calendario, le scadenze, le condizioni di accesso e la presentazione della domanda di iscrizione