featured-image-index

13 giugno, Giornata internazionale dell’albinismo

L’albinismo è una rara anomalia congenita non contagiosa che si manifesta fin dalla nascita. Questo disturbo affligge entrambi i sessi, indipendentemente dall’etnia o dal paese di nascita. L’albinismo consiste in una deficienza di pigmentazione melaninica nella pelle e comporta ipovisione e vulnerabilità alle ustioni solari e ai tumori della pelle. Contro l’assenza di melanina, che è alla base dell’albinismo, al momento non esiste una cura.

Questa patologia è ancora profondamente incompresa sia a livello sociale che medico e l’apparenza fisica degli individui  affetti è spesso oggetto di credenze sbagliate, miti e superstizioni che si traducono in discriminazioni e violenze contro gli albini. Le origini di queste credenze e miti risalgono a centinaia di anni fa e sono presenti ancora oggi in abitudini e pratiche culturali di tutto il mondo.

Il 18 Dicembre 2014, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Risoluzione 69/170, proclamando il 13 giugno la Giornata Internazionale dell’Albinismo. Già nel 2013, il Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU aveva adottato una Risoluzione richiamando l’attenzione sulla diffusione degli attacchi contro gli albini. Inoltre, il 10 Aprile 2015, con la Risoluzione A/HRC/RES/28/6, il Consiglio ha istituito per un periodo di tre anni il mandato di un Esperto Indipendente sul diritto delle persone albine di godere dei diritti umani. Nel giugno 2015 è stata eletta a ricoprire questa carica Ikponwosa Ero.

Nel gennaio 2016, l’Esperto indipendente ha presentato il suo primo rapporto sulle persone affette da albinismo al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite. L’ultimo rapporto è stato sottoposto al Consiglio nel 2017 con un focus sulla stregoneria come motivo chiave alla base degli attacchi contro le persone albine.

Il 7 marzo 2016, l’Esperto Indipendente e l’UNICRI hanno organizzato un incontro presso la sede delle Nazioni Unite a Ginevra. Durante l’incontro gli esperti hanno discusso le cause degli attacchi contro le persone con albinismo, in particolare  il ruolo della stregoneria come  pratica tradizionale e culturale che contribuisce alle violenze contro gli albini. All’evento è stato anche presentato un trailer del documentario Jolibeau’s Travels, di Andrea Vernoli, Davide Gneri. Si tratta di un lavoro di approfondimento sostenuto dall’UNICRI e che documenta il collegamento tra la stregoneria e gli attacchi contro le persone affette da albinismo.

Troppo spesso le persone affette da albinismo non hanno accesso a cure di base e servizi educativi, questo alimenta la loro costante esclusione sociale.  In molte comunità la paura di essere rapiti, trafficati e usati per pratiche rituali è così aggravata dall’assenza di prospettive.

Se volete approfondire l’argomento potete seguire l’hashtag #NotGhosts.

Approfondimenti:

Intervista a Stéphane Ebongue Koube

Intervista alla parlamentare e attivista Alshaymaa Kwegyir